Il finale di Glass Onion, chi è l’assassino e cosa succede

Autore: Elisa Giudici ,
Copertina di Il finale di Glass Onion, chi è l’assassino e cosa succede

Chi è l’assassino in Glass Onion? Una domanda a cui non è semplice rispondere, data la complessità del caso investigativo presentato nel film. Come anticipato nella recensione di Glass Onion, il bello del sequel di Cena con delitto - Knives Out è proprio l’estrema complessità dell’indagine che il detective Benoît Blanc tenta di risolvere.

Per chi ha visto l’intero film l’identità dell’assassino non è un mistero, ma può non essere così immediato capire tutti i passaggi della complessa vicenda raccontata nel film e il ruolo svolto da tutti i presenti. Come suggerisce il bizzarro titolo del film Glass Onion, la verità anche quando appare semplice e cristallina nasconde più strati e non sempre è facile arrivare al cuore della stessa.

Advertisement

Ripercorriamo insieme il caso di Glass Onion in ordine temporale per tentare di capire, punto per punto, cosa succede nel film.

L’antefatto: l’amicizia tra Cassandra e Miles

Netflix
Glass Onion - i protagonisti

Molti anni prima dell’inizio del film Cassandra Brand (interpretata da Janelle Monáe) una giovane imprenditrice intelligente e ambiziosa, si circonda di un gruppo di amici di cui riesce a intravedere un potenziale ancora inespresso: la modella Birdie, il culturista Duke, lo scienziato Lionel e l’aspirante politica Claire. È proprio lei a scoprire Miles Bron e a presentarlo agli altri. Nel tempo Miles riesce a “sbloccare” il potenziale di ciascuno, lanciandone la carriera. Una sera, mentre giocano a biliardo al loro bar preferito (il Glass Onion), Cassandra butta giù l’idea per un’azienda che renderà lei e il socio Miles ricchissimi. Lo fa su un tovagliolo con il logo del locale. Questa importante prova andrà successivamente perduta.

All’apice del successo, Miles è ossessionato dalla possibilità di commercializzare un carburante ecologico che possa salvare l’umanità dalla catastrofe climatica e dall’annessa crisi energetica.

Cassandra non è convinta della bontà del progetto e si chiama fuori, portando con sé le quote dell’azienda che ha fondato per bloccare le possibilità di Miles di lanciare la sua idea. Miles però le scaglia contro i suoi avvocati e, forte della sua influenza sul gruppo di amici, spinge Birdie, Duke e Lionel a spergiurare al processo. I tre dichiarano che è stato lui e non Cassandra a buttare giù lo schema dell’azienda sul tovagliolino, rovinando l’amica. Cassandra non può provare di avere ragione, non avendo più il tovagliolino.

Mesi più tardi, proprio quando Miles è pronto a lanciare il suo rivoluzionario carburante, Cassandra ritrova in un vecchio libro il tovagliolino originale. Trionfante, manda subito una mail a tutti gli amici, facendo capire loro che è pronta a svelare l’imbroglio. Miles si reca subito a casa di Cassandra, precedendo Duke, Birdie e tutti gli altri. Miles avvelena l’ex socia e porta via con sé il tovagliolo incriminato, nascondendolo nell’ufficio di vetro sulla sua isola segreta.

Benoît e Sarah si alleano

Netflix
Glass Onion - Sarah sotto copertura

Quando la sorella di Cassandra, la mite Sarah (sempre interpretata da Janelle Monáe), trova il suo cadavere, si reca da Benoît, annoiato a causa della pandemia e della conseguente mancanza di casi interessanti. Sarah ha distrutto la scatola di enigmi mandata da Miles per ottenere l’invito sull’isola deserta. La donna è sicurissima che la sorella non si sia tolta la vita e che uno dei suoi amici l’abbia uccisa, inscenando il suo suicidio.

Advertisement
Advertisement

Benoît è intrigato dalla complessità del caso e stringe un patto con Sarah: lei dovrà fingersi Cassandra e andare sull’isola, per sviare i sospetti. Solo l’assassino infatti può sapere che il suo è un bluff. Benoît contraffarà l’invito e si presenterà al ritrovo del week-end insieme a lei, così da poter investigare in coppia e trovare l’assassino di Cassandra.

Nonostante le perplessità iniziali, Sarah si rivela non solo un’eccellente imitatrice della sorella, ma anche un’ottima investigatrice. È lei a scoprire molti dei tasselli del puzzle finora ricomposto. Da parte sua Benoît risolve facilmente la finta cena con delitto organizzata da Miles, cominciando a indagare su quanto successo a Cassandra.

Perché Miles ha ucciso Duke e Cassandra

Netflix
Glass Onion - Sarah sotto copertura

Nonostante Benoît abbia messo a tacere la notizia della morte di Cassandra per evitare di far saltare la copertura di Sarah, la notizia trapela online. Duke, che ha attivato notifiche sui nomi di tutti i presenti, legge la notizia sul proprio smartphone e la mostra a Miles, ricattandolo di fronte a tutti.

Il miliardario s’inventa la notizia dell’aumento di like e visualizzazioni e concede all’amico di entrare a far parte del suo servizio di news, ma poco dopo gli mette in mano il proprio drink corretto con del succo d’ananas. L’intento è quello di sembrare la vittima designata del presunto assassino, facendo passare la morte di Duke (allergico all’ananas) come un tragico incidente. In realtà però è lui a mettergli in mano il drink e a sottrargli poco dopo sia la pistola sia il cellulare, approfittando della disperazione generale.

Con l’arma da fuoco Miles spara a Sarah, che si salverà solo per un colpo di fortuna. Benoît usa la salsa piccante che Miles gli ha regalato poco prima per sporcarle l’abito e farla sembrare morta. Sarah potrà quindi agire indisturbata e cercare la prova regina: il tovagliolo con il logo del Glass Onion, il movente dei due delitti, l’oggetto che proverebbe la malignità di Miles.

Advertisement

Sarah riesce nell’intento mentre Benoît prende tempo. Trova il tovagliolino ben nascono, in bella vista nell’ufficio di Miles. Il milionario però con un abile colpo di mano lo brucia con un accendino. Non sono rimaste altre prove a suo carico e Sarah non può vendicare Cassandra. Benoît si allontana, mettendole in mano un frammento del carburante che Miles gli ha donato qualche ora prima.

Sarah comprende come vendicarsi: comincia a distruggere opere d’arte e arredo della stanza, attivando e disattivando continuamente il vetro di protezione che ripara la Gioconda, il quadro che Miles è riuscito a farsi prestare dal Louvre in segreto. Una volta lanciato il frammento di combustibile nel ricircolo di gas altamente infiammabile che alimenta la villa di Miles, si genera un’esplosione che distrugge tutto. Senza vetro di protezione, anche la Gioconda prende fuoco.

Sarah è riuscita a vendicarsi e, in maniera diabolica, a esaudire il desiderio di Miles di fare qualcosa di famoso come la Gioconda. Oa lui sarà colui che ha distrutto il quadro più celebre al mondo. Lionel, Claire e Birdie si dicono pronti a testimoniare in favore di Cassandra, per ristabilire il suo buon nome, anche se in via postuma.

L’immagine di copertina di questo articolo è presa da Glass Onion: Knives Out di Netflix.

Per non perdere nessuna notizia iscriviti gratuitamente al nostro canale Telegram a questo indirizzo https://t.me/nospoilerit.

Continua a scorrere per altri contenuti
Articolo 1 di 4

Glass Onion, recensione: Knives Out sotto steroidi

Più lungo, più complesso, più ambizioso: Glass Onion dimostra le potenzialità e i limiti del suo creatore Rian Johnson come novello Agatha Christie.
Autore: Elisa Giudici ,
Glass Onion, recensione: Knives Out sotto steroidi

Prendete il primo film, ossia Cena con delitto - Knives Out, e immaginatelo non come punto d’arrivo della rilettura contemporanea dei gialli all’inglese tipici di Agatha Christie, ma come il punto di partenza di un progetto ancora più ambizioso e complesso. 

In questo senso questo sequel, che si intitola Glass Onion per un motivo ben preciso, è il risultato. Più che di un ritorno, si tratta in realtà di un secondo capitolo di una ideale serie di film, come quelli dedicati per esempio a Poirot, Miss Marple o perfino al mitico James Bond.

Sto cercando altri articoli per te...